Latterie Vicentine acquisisce la Latteria Sociale Montebello Vicentino

img_3136

E’ ufficiale la fusione tra Latterie Vicentine e la Latteria Sociale Montebello Vicentino. I soci della cooperativa di Bressanvido si sono riuniti sabato 3 dicembre alla presenza del Presidente Alessandro Mocellin e al Consiglio di Amministrazione per l’approvazione dell’acquisizione e le conseguenti modifiche alla Statuto sociale.

Tra gli ospiti Angelo Rossi del sito Clal.it e Nisio Paganin, Direttore di Agriform.

I numeri della fusione:

  • 21 soci nuovi in Latterie Vicentine

  • + 6% latte raccolto

  • +3.5% delle quote dell’Asiago Fresco Dop

  • +10% produzione del formaggio Asiago Fresco Dop

  • 460.000 forme di Asiago Fresco

  • 35% delle quote del Consorzio Tutela Asiago Dop

  • superamento del 30% quote in Agriform

Questa unione dimostra una grande prova di forza di Latterie Vicentine – dichiara il Presidente Alessandro Mocellin – in quanto cooperativa sana che ha saputo investire in ricerca e innovazione negli anni. Credo sia fondamentale, ora più che mai, essere uniti e mettere in pratica più sinergie possibili con il territorio. Il 2016 è stato un anno particolarmente difficile per il comparto a livello mondiale.”

Abbiamo acquisito – continua Mocellin –una cooperativa senza debiti che aumenterà i volumi di latte in entrata con conseguente abbassamento dei costi. Inoltre, abbiamo incrementato significativamente le nostre quote nel Consorzio Asiago.”

Il Presidente Mocellin chiude l’assemblea ribadendo l’importanza della valorizzazione del biologico e la volontà di sensibilizzare sempre di più i soci di Latterie Vicentine verso questa strada che già oggi ha portato ottimi risultati, oltre a quella del benessere animale.

In Latterie Vicentine si respira una cauta fiducia nel futuro, consapevoli delle importanti sfide da affrontare ma determinati a rimanere leader sul mercato grazie ad investimenti e progetti a lungo termine.

MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO CALENDA IN VISITA A LATTERIE VICENTINE

img_4382 img_4398

Ultima tappa del tour nel Vicentino industriale del Ministro che ha visto protagoniste 4 eccellenze del territorio: SAIV, specializzata in servizi e soluzioni in ambito ICT, Gemata spa, leader nella costruzione di macchine per la pelle, Askoll Groupche produce prodotti ad alta efficienza energetica e Latterie Vicentine, il polo più grande di Asiago DOP.

Il Ministro Calenda, accompagnato dal Capo Gruppo PD in Regione Veneto Alessandra Moretti, ha visitato lo stabilimento di Bressanvido e assistito alla lavorazione dell’Asiago Fresco e Stagionato DOP, incontrato il Presidente Alessandro Mocellin e il Consiglio d’Amministrazione della cooperativa vicentina.

“Dopo la giornata di oggi sono sempre più convinto – dichiara il Ministro Calenda – che la nostra battaglia sulla tracciabilità del latte in Europa sia indispensabile per valorizzare l’alta qualità dei nostri prodotti. E’ una partita che va giocata in attacco: è necessario spiegare da dove arriva la materia prima, perché in futuro la domanda di marchio di qualità crescerà in modo esponenziale. Un esempio tangibile l’abbiamo riscontrato con l’Accordo Ceta con il Canada, in difesa dell’Asiago DOP, ora finalmente solo l’originale sarà riconoscibile.”

“Nel piano industriale 4.0 dobbiamo mettere al centro gli imprenditori e gli agricoltori che hanno sempre creduto nel nostro Paese e che sono pronti ad investire per potenziare il nostro mercato. Sono il futuro dell’Italia.”

Il Presidente Mocellin ha ringraziato il Ministro della visita e ribadito l’importanza del ruolo della politica nella protezione e valorizzazione dei prodotti italiani.